Laura,13.«Gli occhi, quel colore così intenso, quel verde così scuro. Aveva quegli occhi verdi che nemmeno in una stanza piena di gemme avresti saputo voltare lo sguardo. Quegli occhi con cui solo il mare poteva competere. Quegli occhi che quando guardava lei, la sua Lei, si accendevano come dinamite. Quegli occhi che se esiti un attimo in piú ti ci perdi. Io scelsi di esitare di perdermi in essi. Non mi persi mai negli occhi di nessuno, ma nei suoi, nei suoi occhi mi perdevo e non mi trovavo. Tornavo a casa e avevo il suo sguardo incastrato tra i miei occhi, e probabilmente i miei occhi erano diventati suoi, non erano più miei, come anche il mio cuore, ero sua, completamente sua.»

20/12/13. 17:52.-09/07/2014 1:04.

Alessio.

 

Anonimo ha chiesto
Ciao, scusa il disturbo, ma come faccio ad attivare i messaggi? Grazie in anticipo :3

Devi collegarti dal computer, io per lo meno l’ho fatto da li

Anonimo ha chiesto
Scusa ma come si fa a ricevere domande?❤️

Devi andare alle impostazioni ma devi farlo dal computer

Questo mio apparire forte e che supero tutto, è come se m’avesse marchiata.È un po’ come se avessi scritto in fronte: “Passatemi sopra, schiacciatemi a dovere, tanto mi rialzo comunque”

Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (via bye-bye-bombay)

(Fonte: au-clair--de-lune)

Aveva, come altre persone, l’abitudine di sorridere esageratamente quando voleva trattenere il pianto.

Carlos Ruiz Zafón (via johnnykingsweet)